Mercoledì 6 novembre alle ore 18.30, nell’ambito della rassegna “Vite in musica” che si tiene al Teatro Palladium di Roma, presenterò il film “Io non sono qui (I’m not there”), dedicato alla vita e all’opera di Bob Dylan. Insieme a me il critico cinematografico Boris Sollazzo. Seguirà dibattito.

Questo è il programma del convegno del Gatm (Gruppo di Analisi e Teoria Musicale) che avrà luogo a Rimini dal 10 al 13 ottobre, per chi fosse in zona. Io coordinerò la sessione ‘Musica, spettacolo e società’ venerdì pomeriggio.

La data finale per le proposte che si possono inviare al prossimo convegno del Gatm è stata estesa al 15 luglio. Gli autori saranno informati della valutazione entro il 31 luglio.

The deadline for the Gatm meeting has been extended to 15 July. Submitters will be notified about their proposal within 31 July.

Sono stato inserito nel comitato scientifico del prossimo convegno del Gatm (Gruppo di Teoria e Analisi Musicale), la più importante associazione italiana di studio e pratica di teoria musicale. Questo è il bando: chiunque fosse interessato a partecipare può fare riferimento a queste informazioni.
Link

This is the call for papers for the next Gatm (Gruppo di Teoria e Analisi Musicale) Congress. Whoever is interested in partecipating may just follow the instructions.

Link (eng)

Un mio ricordo di Enzo Jannacci, a quarant’anni dall’uscita del suo album “Foto Ricordo”, sul numero di maggio di Blow Up.

E’ già iniziato a Padula il Festival Inter-Culture. Il 30 marzo ci sono anche io per una discussione critica sull’opera di Fabrizio De André a venti anni dalla morte. Con me Dario Zigiotto, della Fondazione De André, e il sociologo Alfonso Amendola.

Sono stati in assoluto il mio gruppo rock preferito, une delle colonne sonore della mia vita. Eppure, in più di trent’anni di attività, non avevo mai scritto un articolo esaustivo su di loro. Eccolo dunque su BLOW UP di dicembre, questo con Zappa in copertina: 10 pagine per i cinquant’anni dei JETHRO TULL. Non la solita storia della band che prese il nome dall’agronomo inglese che inventò la seminatrice ma un’analisi approfondita per capire come funzionava la macchina creata da IAN ANDERSON e perché ha avuto, e continua ad avere, tanto successo… e su questo stesso numero un articolo sul disco True and Bold, che Dick Gaughan dedicò allo sciopero dei minatori inglesi del 1984!

Su Blow Up di ottobre, dodici pagine per commemorare Jacques Brel a cinquant’anni dalla morte.

E dopo il convegno di Avellino, il 6 0ttobre una lezione sulla canzone napoletana al Conservatorio di Trapani.